Corso di formazione per addetti alla conduzione di terne

Il corso di formazione per addetti alla conduzione di terne, in accordo con l’art. 73 del D.Lgs. 81/08 e con l’Accordo Stato Regioni 22/02/2012, fornisce ai lavoratori conoscenze e responsabilità particolari e informazione ed addestramento adeguati e specifici, tali da consentire l’utilizzo dell’attrezzatura in modo idoneo e sicuro, anche in relazione ai rischi che possano essere causati ad altre persone.

La terna è una macchina semovente a ruote o a cingoli costituita da una struttura di base progettata per il montaggio sia di un caricatore anteriore che di un escavatore posteriore, come definito dall’Allegato A, punto 1.1. lett. g, punto 4,

Descrizione

Obiettivi

Il corso di formazione ha lo scopo di fornire ai lavoratori le competenze giuridico – normative, una maggiore consapevolezza sui rischi presenti e sulle strategie da attuare per la diminuzione del rischio durante lo svolgimento del lavoro, con riferimento particolare alle istruzioni per la conduzione e l’utilizzo di terne.

Destinatari

Lavoratori ai sensi dell’art. 2 del D.Lgs. 81/08

Requisiti

Nessun requisito particolare

Programma

Il corso è della durata di 10 ore ed è articolato nel modo seguente:

  1. MODULO NORMATIVO – GIURIDICO (1 ora)
  • Presentazione del corso.
  • Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento all’uso di attrezzature di lavoro semoventi con operatore a bordo (D. Lgs. n. 81/2008).
  • Responsabilità dell’operatore.

 

  1. MODULO TECNICO (3 ore)
  • Categorie di attrezzature: i vari tipi di macchine movimento terra e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche, con particolare riferimento a escavatori, caricatori, terne e autoribaltabili a cingoli.
  • Componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, circuiti dì comando, impianto idraulico, impianto elettrico (ciascuna componente riferita alle attrezzature oggetto del corso).
  • Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Visibilità dell’attrezzatura e identificazione delle zone cieche, sistemi di accesso.
  • Controlli da effettuare prima dell’utilizzo; controlli visivi e funzionali ad inizio ciclo di lavoro.
  • Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nel ciclo base delle attrezzature (rischio di capovolgimento e stabilità statica e dinamica, contatti non intenzionali con organi in movimento e con superfici calde, rischi dovuti alla mobilità, ecc.). Avviamento, spostamento, azionamenti, manovre, operazioni con le principali attrezzature di lavoro. Precauzioni da adottare sull’organizzazione dell’area di scavo o lavoro.
  • Protezione nei confronti degli agenti fisici: rumore, vibrazioni al corpo intero ed al sistema mano-braccio.

 

  1. MODULO PRATICO (6 ore)
  • Individuazione dei componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento delle macchine operatrici.
  • Individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione.
  • Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della terna, dei dispositivi di comando e di sicurezza;
  • Pianificazione delle operazioni di scavo e caricamento: pendenze, accesso, ostacoli sul percorso e condizioni del terreno, sbancamento, livellamento, scavo. Operazioni di movimentazione carichi, manovra di agganci rapidi per attrezzi.
  • Esercitazioni di pratiche operative: tecniche di manovra e gestione delle situazioni di pericolo.
  • Guida della terna su strada. Le esercitazioni devono prevedere:
  1. a) predisposizione del mezzo e posizionamento organi di lavoro;
  2. b) guida con attrezzature.
  3. a) esecuzione di manovre di scavo e riempimento;
  4. b) accoppiamento attrezzature in piano e non;
  5. c) manovre di livellamento;
  6. d) operazioni di movimentazione carichi di precisione;
  7. e) aggancio di attrezzature speciali (martello demolitore, pinza idraulica, trivella, ecc.) e loro impiego;
  8. f) manovre di caricamento.
  • Uso della terna. Le esercitazioni devono prevedere:
  • Messa a riposo e trasporto della terna: parcheggio e rimessaggio (ricovero) in area idonea, precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato.

Investimento

Per conoscere i costi di partecipazione e per avere maggiori informazioni sul corso scrivi a questo indirizzo formazione@sintab.it; verrai ricontattato dal responsabile del corso.
Per iscriversi occorre registrarsi utilizzando la scheda di iscrizione da completare e inviare a mezzo mail o fax al numero 0862.070148. L’iscrizione è da considerarsi confermata solo dopo aver effettuato il pagamento del’acconto, salvo diversi accordi definiti con il responsabile del corso.

Attestazioni

Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di frequenza valido ai sensi della normativa vigente. Ai fini del rilascio si ricorda che è consentito ai partecipanti un monte ore massimo di assenze pari al 10% delle ore totali del corso. Il materiale didattico consegnato agli allievi sarà costituita da un CD-ROM contenente la documentazione (dispense, articoli, modulistica, ecc.) utilizzata durante l’esposizione e necessaria per approfondire i temi svolti.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Corso di formazione per addetti alla conduzione di terne”